Land art generator

Solar ECO System, Antonio Maccà, Flavio Masi, Land art generator, 2010.
Solar ECO System, Antonio Maccari, Flavio Masi, Land art generator, 2010.

Land Art Generator

Land art Generator o LAGI è un’azienda no profit fondata da due architetti statunitensi. L’idea di Elisabeth Monoian e Robert Ferry è nata per fondere insieme arte, architettura, nuove tecnologie e ambiente. Il progetto LAGI è un concorso internazionale rivolto a tutti coloro i quali volessero proporre delle idee innovative per migliorare il nostro futuro.

Alla base del concorso è richiesto coniugare la moderna estetica del design alle sempre più consistenti risorse riprese dalle fonti d’energia rinnovabile.

Solar ECO System, Antonio Maccà, Flavio Masi, Land art Generator, 2010.
Solar ECO System, Antonio Maccari, Flavio Masi, Land art Generator, 2010.

La Land art già a partire dalla sua nascita è stata sempre vicina alle esigenze ambientali. Negli anni ’60 si costituiva attraverso un intimo rapporto con l’ambiente, ora invece la green land art si muove per salvaguardare questo suo contesto d’origine.

E’ così che nei progetti del LAGI vediamo il costituirsi di opere d’arte che producono energia. In questo spirito le pale eoliche e le centrali idroelettriche coniugano la loro intrinseca funzionalità alle esigenze estetiche dell’arte concettuale.

Photovoltaic Solar System, Antonio Macca and Flavio Masi, Land art generator, 2010.
Photovoltaic Solar System, Antonio Maccari and Flavio Masi, Land art generator, 2010.

Solar ECO System

è uno dei progetti più interessanti premiati dal LAGI nel 2010. Si tratta di un progetto tutto italiano, creato dall’architetto Antonio Maccà e dal designer Flavio Masi. Un immenso parco è ricoperto da numerose sfere dorate e argentate che con la loro struttura in acciaio simulano la forma dei pianeti del sistema solare.

Questo piccolo universo in scala dovrebbe essere un parco che, oltre a costituire un’attrazione turistica, riesca allo stesso tempo a produrre energia rinnovabile attraverso il sistema del fotovoltaico.

La terra sarà collocata attorno ad un albero. Per ricordare che l’intento dell’operazione è quello di preservare la natura e le sue risorse.

 

 

Credits: http://landartgenerator.org/;

http://landartgenerator.org/newsevents/